Ortodonzia pediatrica

Con questo termine s’intende l’ortodonzia effettuata ai pazienti in crescita tra i tre e i dodici anni di età.

L’ortodonzia pediatrica si applica nei casi in cui la crescita delle strutture dei mascellari e della dentatura di un bambino non procede secondo quanto sarebbe normale. I motivi per cui questo accade può dipendere da una predisposizione genetica oppure da uno scorretto funzionamento dei normali meccanismi di crescita che dovrebbero portare a un corretto e armonioso sviluppo del bambino. Uno dei problemi che deve essere risolto precocemente è quello dei morsi crociati laterali di uno o di più elementi dentali perché in questi casi una conseguenza è l’asimmetria della mandibola. In questi casi una delle terapie più frequenti è l’espansione del palato cui segue non solo un aumento dello spazio disponibile per denti e strutture scheletriche, ma anche un miglioramento della pervietà delle vie aeree e maggior spazio per l’attività linguale. Un’altra terapia che frequentemente si rende necessaria durante la crescita, è la correzione della deglutizione scorretta. Questa terapia spesso segue l’espansione palatale. La deglutizione si sussegue di continuo durante la giornata ed esercita in questo modo un notevole stimolo che, se corretto, favorisce la corretta espansione del palato e riduce la scorretta azione diretta sui denti.

Se la lingua non trova spazio a causa di un palato stretto la sua attività si sviluppa in modo scorretto scaricando le proprie forze sui denti che possono essere così spostati dalla loro posizione naturale.

È importante sapere che si possono susseguire più fasi terapeutiche con diversi strumenti nel corso della crescita per raggiungere l’obiettivo di ripristinare la corretta morfologia. Gli apparecchi applicati non sono la cura, sono lo strumento di cura. La cura e la terapia sono seguite dallo Specialista in Ortodonzia attraverso l’applicazione di apparecchi o dispositivi nei diversi momenti di crescita. Durante la crescita del bambino fino ai tredici anni (l’età in cui la dentatura definitiva è completa ad eccezione dei terzi molari) si può intervenire più volte ortodonticamente: per correggere lo sviluppo osseo delle arcate, per rieducare le funzioni orali e per allineare i denti. Non sempre si interviene su tutti questi fronti. A volte la cura prevede una sola fase terapeutica, a volte la cura ne prevede più di una.

Se interessati al tema dell’ortodonzia pediatrica, il proprio medico di fiducia saprà offrirvi dei consigli adeguati ai propri dubbi e esigenze.