Biofeedback: collaborazione del paziente

La rieducazione mediante biofeedback basa la sua riuscita sull’attivazione cognitiva che trasforma l’azione non cosciente in azione cosciente. La presa di coscienza da parte del paziente attiva la motivazione al cambiamento e la ripetizione del movimento alternativo e corretto serve a modificare lo schema neuromuscolare. Ecco perché la collaborazione è così importante.